European Union
Catalogo
IT▾
=
0
Utilizziamo i cookie – piccoli file di testo posizionati temporaneamente sul dispositivo e tecnologie simili per supportare le tue preferenze e analizzare il funzionamento dei nostri prodotti. Dettagli

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.

Tipi di pelle nel trucco permanente: tecnica, selezione del pigmento e scelta dell'ago

Trucchi di vita da iColor Formatrice dell'Accademia – Valeria Shefer
Natasha Koldomova
fondatore della società internazionale iColor
Valeria Shefer
formatore presso il iColor Academy
Ciao a tutti! Oggi, con l'allenatore della iColor Academy e truccatrice permanente Valeria Shefer, tratteremo il tema della pelle e come influisce sul risultato guarito. Assicurati di leggere l'articolo fino alla fine: imparerai molte informazioni utili e suggerimenti da Valeria.

Ho preparato delle domande per Valeria, alle quali risponderà come maestra praticante. Se hai intenzione di diventare un formatore, ricorda che non devi solo insegnare ma anche lavorare con i clienti per ricostituire e aggiornare le tue conoscenze.
Natalia:
La prima domanda: quali tipi di pelle esistono e quale è la più difficile o la più semplice con cui lavorare?
Valerio:
Tradizionalmente, la pelle è classificata come secca, grassa o normale (mista). La pelle può anche essere porosa, secca o idratata: dipende da se viene curata o meno. Alcune persone controllano il proprio stile di vita e la propria dieta, mentre altre abusano dei lettini abbronzanti o semplicemente vivono in una regione calda con venti e piogge costanti.

Tutto ciò influisce sul lavoro dell'artista, poiché tipologie diverse richiedono approcci diversi. La pelle è l’organo più grande e complesso del corpo umano.

È necessario considerare la categoria di età delle persone; lavorare con la pelle giovane è più semplice: si rigenera più velocemente, è più semplice nello styling e guarisce più rapidamente.

Nel corso degli anni, la pelle perde collagene ed elastina, diventando meno elastica: è più difficile lavorare con tale pelle. Consiglio di prendere modelli di età diverse per tenere conto dei tipi di cambiamenti della pelle e per osservare i risultati della guarigione.

È difficile lavorare con la pelle grassa e porosa; è capriccioso e secreteun sacco di sebo. La più impegnativa, direi, è la pelle invecchiata e secca perché estremamente sottile. Una corsa dell'ago imprecisa può lasciare macchie di pigmento.
Natalia:
Come consigli di lavorare con una pelle del genere? Quali aghi e pigmenti dovrebbero essere scelti per il lavoro?
Valerio:
Innanzitutto, determiniamo la tavolozza: prendiamo come base i pigmenti con la minima quantità di nero. In questo modo evitiamo le sopracciglia grigio-viola e non ci saranno macchie all'interno.

La prima scelta è GOLDEN BLONDE, poi DARK BLONDE (che è un po' più ricco), o TERRA BROWN (che ha più nero dei precedenti).

Prendi aghi di affilatura media o affilata, il diametro dovrebbe essere 0.30-0.35. Non lavoriamo con aghi sottili.

Per quanto riguarda l'allungamento della pelle: deve essere stirata, ma non allungata: quando viene allungata, la pelle diventa più sottile. Leggermente raddrizzato, premuto, creava una piattaforma uniforme per il lavoro. I tratti non dovrebbero essere lunghi - fino a 6-7 millimetri (di solito un tratto è di 1 centimetro). Posiziona i tratti a una distanza l'uno dall'altro.

La penna non deve vagare, la mano è rilassata. Dopo la prima passata guardiamo il risultato: se il colore è insaturo, rendiamo la seconda passata più densa.
Natalia:
È possibile lavorare con tintè sulla pelle invecchiata?
Valerio:
Questa è un'ottima domanda! A proposito di sopracciglia: è la soluzione migliore per la pelle invecchiata. Tints sono sicuri e non penetrano negli strati profondi della pelle. Se sei un principiante e ancora non riesci a controllare la profondità di immersione (che richiede pratica!) — tintti salverà.

Molte donne anziane preferiscono il trucco permanente brillante e tintSi depositano vividamente sulla pelle invecchiata. Pertanto, affronterai il punto dolente del cliente ed eseguirai un lavoro di qualità.
guarito tint MARRONE MEDIO
Natalia:
Abbiamo parlato di pelle secca, curata e poco curata, con desquamazione. Può essere identificato visivamente prima di iniziare il lavoro? Qual è la differenza nel lavorare con loro?
Valerio:
Possiamo identificare visivamente tale pelle, anche se il cliente è truccato. Sono visibili desquamazioni, comedoni e piccole infiammazioni. La pelle priva di nutrimento non brilla e presenta un colorito grigiastro tint.

In che modo ciò influisce sul processo di guarigione? Se la pelle non viene rinnovata con tonificazione, peeling leggero e pulizia con schiuma al mattino e alla sera, lo strato cheratinizzato interferirà con l'introduzione del pigmento nella pelle. Durante il processo di guarigione, lo strato cheratinizzato si staccherà portando con sé tutto il pigmento.
Natalia:
Ha senso utilizzare uno scrub peeling prima della procedura per garantire la sicurezza dell'artista?
Valerio:
Non ha senso: è uno stress per la pelle. Si sfalda, rimane traumatizzato e poi inizi a lavorarci. È opportuno trattare a fondo l’area del trucco permanente, nel nostro caso le sopracciglia.

Noi abbiamo un mousse che pulisce la pelle e rimuove la leggera desquamazione: l'opzione ottimale prima della procedura.
Natalia:
Ogni regione del nostro paese ha le sue caratteristiche. Le ragazze del sud preferiscono un trucco permanente brillante, mentre le ragazze del nord optano per la naturalezza. Come si può assemblare la tavolozza perfetta e a cosa dovrebbe prestare attenzione un artista principiante?
Valerio:
Vivo nella regione settentrionale, dove in estate la gente va in vacanza al sole, scambiando il freddo con il caldo. La pelle presenta microustioni: è una grande fatica. Consiglio di eseguire la procedura di trucco permanente non prima della partenza, ma al ritorno, permettendo alla pelle di adattarsi e calmarsi.

Dovrebbero essere necessarie 3-4 settimane affinché la pelle si riprenda e ritorni al suo stato normale. Spesso i clienti tornano dalle vacanze e si lamentano: le sopracciglia sono troppo chiare. Niente panico: è a causa dell'abbronzatura; sullo sfondo, le sopracciglia sembrano più chiare. La pelle ha bisogno di tempo per calmarsi, quindi le sopracciglia diventeranno altrettanto ricche di colore.

Se vuoi truccarti permanentemente e adori andare al solarium, dovrai dimenticartene per almeno un mese.

I meridionali stanno costantemente al sole, è inevitabile. È necessario chiedere al cliente di seguire le regole di sicurezza, ridurre al minimo l'esposizione al sole durante le ore di punta e utilizzare la protezione SPF. Dovresti scegliere colori chiari per l'applicazione sulla pelle abbronzata: il risultato sarà una tonalità piacevole e luminosa.

Se lavori con colori scuri freddi sulla pelle abbronzata, appariranno più pallidi.
Natalia:
Una delle domande più frequenti è: come determini il tono della tua pelle e la sua temperatura? Raccontaci alcuni trucchi di vita di un maestro praticante.
Valerio:
Determinare il sottotono della pelle è difficile: ci sono molte opzioni. Alcuni lo determinano dalle vene, dagli occhi o dalle radici dei capelli. Raccomando un semplice trucchetto di cui i maestri dovrebbero prendere nota.

Quando un cliente viene per una procedura, gli chiedi come si abbronza. Se una persona si abbronza bene, con un'abbronzatura uniforme e veloce, molto probabilmente ha un sottotono freddo. Il contenuto di melanina nella loro pelle è elevato, quindi l'abbronzatura si prende facilmente. Se un cliente si brucia rapidamente e la sua pelle diventa rossa, significa che ha un sottotono caldo.

Considera la regione in cui vivi. Se è il nord, devi aggiungere 1-2 gocce di MUSTARD or BRONZA alla miscela. Il pigmento nella pelle si deposita più in basso dopo un mese, diventa più profondo dopo 3 mesi e ancora più profondo dopo 6-12 mesi, modificando la tonalità.

Ricorda che i colori più chiari (giallo) lasciano prima la pelle, mentre le tonalità fredde (nero) rimangono per molti anni.
Natalia:
Quindi, maggiore è la quantità di melanina, più freddo è il tono della pelle? Ad esempio, gli afroamericani e i caucasici hanno un sottotono freddo?
Valerio:
Gli afroamericani sono la categoria di persone più cool perché sono abbronzati al massimo, con molta melanina nella pelle. In questo caso, è necessario utilizzare pigmenti a base di giallo.

Di solito prendo un mix di COLORE MARRONE e BRONZA 50/50. Poi, sulla pelle fresca e abbronzata, ottieni bellissime sopracciglia marroni che durano un anno e mezzo.
guarito NERO&MARRONE + BRONZA 8:2
Natalia:
Grazie, Lera, è stata una bella intervista! Oggi abbiamo parlato del sottotono della pelle, ma abbiamo molti altri argomenti interessanti!

Se hai trovato utile questo articolo, scrivici: forse faremo un seguito e discuteremo di altri componenti del trucco.
Valerio:
Natasha, grazie mille per l'intervista! Da voi, nostri lettori, attendiamo feedback; abbiamo molti altri argomenti utili, trucchetti e suggerimenti che possono aiutarti.

Ciao a tutti!
Iscriviti alla utile newsletter via email da iColor
Leggi altre informazioni e notizie utili su Instagram